-2

I “corti” horror autoprodotti sono davvero moltissimi. Al giorno d’oggi, grazie a videocamere compatte ad alta risoluzione e a basso costo, a software di montaggio audio-video accessibili a tutti e alla possibilità di condividere i propri lavori tramite piattaforme come Youtube o Vimeo, nonché sui social, tutti gli aspiranti cineasti si cimentano volentieri nel tentativo di spaventare lo spettatore con trovate interessanti e originali. In fondo, è l’equivalente dei “#microracconti” horror di tanti scrittori che si autopubblicano su Amazon o che vengono pubblicati da piccole case editrici indipendenti. Andiamo a vedere, quindi, alcuni di questi lavori. La visione è consigliata a un pubblico impressionabile, possibilmente di notte, a luci spente e rigorosamente da soli…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Blog e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...