Creepypasta su Altrisogni.it

creepypasta-the-rake_600x322

A questo link potrete leggere un mio articolo in cui spiego l’origine e la genesi delle Creepypasta e in cui parlo dei due volumi da me curati e pubblicati da dBooks. Non mancate di dare un’occhiata al resto del sito ufficiale di Altrisogni, troverete incubi per i vostri denti!…

Pubblicato in Blog, Libri | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Creepypasta2 è arrivato!

Creepypasta2

A questo link trovate tutti i collegamenti per l’acquisto di Creepypasta2, sia in versione cartacea che digitale. L’elenco verrà aggiornato man mano che il libro verrà reso disponibile sulle varie vetrine online. Tenete d’occhio questo blog e la pagina “Creepypasta – I Libri” su Facebook per tutte le novità sul libro, le iniziative, le offerte, le prossime presentazioni e nuove illustrazioni e storie tratte sia da questo che dal primo volume!

Pubblicato in Libri | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

L’Infinito

L'Infinito
Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quïete
io nel pensier mi fingo, ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s’annega il pensier mio:
e il naufragar m’è dolce in questo mare

Mi permettete di essere dissacrante e profano e di parafrasare una delle poesie più belle mai scritte nella nostra lingua per raccontare qualcosa?

Sempre caro mi fu il Parco Lambro e la sua collina coperta d’erba e di arbusti che vedevo dalla finestra della mia classe, l’anno in cui venimmo trasferiti al Molinari nella “sede distaccata”, quando rileggendo il Signore degli Anelli comparavo il paesaggio brumoso delle mattine autunnali fuori da quelle mura con quello della mia immaginazione, là dove Hobbit camminavano lentamente verso un oscuro destino. E mi sovveniva quanto fosse fragile, tra le volute di umidità condensata, la realtà che percepiva il mio sguardo rispetto al mondo che sentivo intimamente vero e che proiettavo su di essa. Sempre caro mi fu l’orizzonte sconfinato della piatta pianura tra il Po e il Ticino, mentre lo sguardo si attardava sui campi di melega e sulle pannocchie mature avvolte in dure foglie giallastre. E immaginavo che la Luna illuminasse spettri del passato e creature inspiegabili, nelle ore più buie che precedono un’alba pallida. Confrontavo le strade asfaltate sotto le ruote della bicicletta con i sentieri sterrati segnati dagli zoccoli dei cavalli che portavano variopinti guerrieri sul campo di eroiche battaglie, là dove i vessilli stracciati sventolavano in un tramonto rosso sangue tra i nobili corpi a terra.
Il “mondo reale” non è che una tela su cui la nostra fantasia, i nostri desideri e i nostri sogni dipingono il Mondo Vero. Mondo in entrambi i sensi della parola, pulito e puro, come il gioco di un bambino in un cortile battuto dalla canicola estiva.

Pubblicato in Meta | Lascia un commento

Link aggiornati per i nostri dinosauri

Cover Dinosauria prove:Layout 1Come avevo già annunciato sulle pagine di questo blog, ho partecipato con un mio contributo a “Dinosauria”, una raccolta di racconti dedicata ai nostri rettili estinti preferiti curata da Lorenzo Crescentini e pubblicata da Edizioni Pendragon – con racconti di Roberto Bommarito, Davide Camparsi, Stefano Paparozzi, Davide Schito, Andrea Viscusi e illustrazioni di Marzio Mereggia. Oggi il volume cartaceo esce ufficialmente su tutti i principali store online, come potete vedere nella pagina dedicata al libro a questo link. Se volete acquistare la versione cartacea – ottima per darvi un tono un po’ hipster da intellettuali retrò nonché per farvi fare gli autografi (ho provato a firmare un kindle con un pennarello indelebile ma il lettore in questione me l’ha dato in testa ripetutamente), potete visitare la pagina ufficiale di Edizioni Pendragon, Amazon, IBS, Mondadori Store, Unilibro, e il sito di Libreria Universitaria.
Alternativamente, potete aspettare l’uscita ufficiale della versione ebook per tutti i formati che non dovrebbe tardare molto. Vi terrò, ovviamente, aggiornati in merito.

Pubblicato in Libri | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Buon Halloween!

Come ho già detto, oggi e domani il mio ebook su Cthulhu sarà in promozione gratuita su Amazon, quindi non lasciatevelo scappare! Se vi piace lasciate un commento e una recensione!

Volete un mistero fresco fresco di giornata da risolvere ed esplorare? Allora vi consiglio di dare un’occhiata a questo video e vedere se riuscite a cavarne qualcosa…

Pubblicato in Meta | Lascia un commento

-1

Un’ottima idea per le serate tra amici ad Halloween (ma anche in qualsiasi altra occasione) è quella di fare una partita a un bel boardgame. Naturalmente, dato che stiamo parlando della Notte delle Streghe, scegliamone uno a tema. Qui sotto ne elenco alcuni che ho provato personalmente e che mi sento di consigliarvi, con sotto dei video che vi mostreranno come si gioca.

Betrayals at the House on the Hill
Betrayals at the House on the HillBetrayals è un gioco semi-coperativo, nel senso che comincia come un cooperativo puro (tutti giocano insieme contro il gioco, non l’uno contro l’altro) e poi, da un certo punto in avanti, uno dei giocatori diventa il “traditore” di cui parla il titolo e deve cercare di uccidere gli altri per vincere. Naturalmente, i giocatori rimasti devono cercare di sopravvivere e di portare a termine alcuni compiti descritti in una serie di scenari. La plancia di gioco si compone con delle “caselle” di stanze stampate e ogni scenario ha un suo layout particolare, obiettivi e condizioni di vittoria diversi e, naturalmente, mostri. Divertente, strategicamente interessante e sempre molto vario, a causa dell’alto grado di variabili diverse in ogni successiva partita.

Chez Cthulhu
Chez CthulhuChez Cthulhu è la versione lovecraftiana del famoso gioco di carte Chez Geek. Ogni giocatore, come nel titolo originale, deve trovare un lavoro (becchino, infermiere in un manicomio, eccetera) che gli permetta di guadagnare a sufficienza per comprare dei punti slack (“cazzeggio”) e rilassarsi, punti che vengono forniti da alcune carte specifiche (una camicia di forza o dei “tentacoli amichevoli”). Questa versione, però, aggiunge la pazzia che può, superata una certa soglia, travolgere il nostro personaggio. Le carte sono bellissime e sono piene di battute e citazioni e le meccaniche di gioco sono davvero divertenti. Bisogna rifilare agli avversari le carte più negative e cercare di accaparrarsi quelle che consentono di “cazzeggiare” maggiormente, con tradimenti, coltellate alle spalle, ospiti sgraditi che non se ne vanno più, mostri lovecraftiani in versione demenziale e chi più ne ha più ne metta. Risate assicurate.


(Questo video mostra una partita a Chez Geek, ma i concetti fondamentali e le meccaniche di gioco rimangono sostanzialmente le stesse anche per Cthulhu)

Eldritch Horror
Eldritch HorrorEldritch Horror è, per così dire, il “fratellino” del più famoso Arkham Horror. Le meccaniche di gioco sono state notevolmente semplificate in modo da rendere il gioco più spedito (alcune partite ad Arkham possono realisticamente durare un’intera giornata). Anche in questo caso si tratta di un gioco cooperativo puro in cui tutti i giocatori devono battere il gioco e vincono o perdono insieme. Ogni giocatore sceglie un personaggio con alcune caratteristiche specifiche e uniche e deve affrontare un Grande Antico, cercando di chiudere tutti i portali dimensionali e sconfiggere tutti i mostri prima che passino un certo numero di turni. Se i giocatori riescono in questa impresa hanno battuto lo scenario selezionato, in caso contrario finiscono nelle grinfie di Yog-Sothot o tra le fauci di Shub-Niggurath. Ci sono molti scenari di espansione, cosa che permette di rigiocare diverse volte senza che le partite risultino troppo ripetitive.

Ghostbusters
GhostbustersGhostbusters è un gioco che appartiene a un particolare sottogenere di boardgame che negli ultimi anni è diventato molto di moda: un dungeon crawler cooperativo su mappa componibile. Come nel caso di Betrayals, infatti, anche qui dovremo scegliere un personaggio e affrontare una serie di scenari che descrivono il terreno di gioco, composto da caselle stampate, le condizioni di vittoria e i fantasmi presenti. In questo caso, ovviamente, giocheremo usando gli Acchiappafantasmi (sia originali che del remake) e affrontando i mostri che ben conosciamo. Ci sono portali dai quali escono creature ectoplasmiche e obiettivi da raggiungere, eventi particolari che influenzano il progredire della partita, tiri di dado, zaini protonici e trappole spettrali. Con la giusta colonna sonora in sottofondo è un’esperienza davvero divertente, soprattutto considerato che si può giocare in modalità “campagna”, risolvendo in un certo ordine i vari scenari e facendo così acquisire livelli di esperienza e abilità ai propri personaggi, seguendo una vera e propria storia.

The Haunting House
The Haunting HouseThe Haunting House è uno strano e originale mix tra un gioco di carte, una sorta di dungeon crawler componibile e un gioco strategico. Ogni giocatore deve raggiungere l’uscita dalla casa infestata prima degli altri e dichiararsi, così, vincitore, cercando di evitare trappole, fantasmi e maledizioni. Per fare ciò dovrà utilizzare delle carte – che cambiano ad ogni turno – in parte scelte da lui e in parte selezionate casualmente – che gli consentono di muoversi, di spostare una stanza sostituendola con un’altra, di ruotarla, eccetera (un po’ come accade alle scale e ai corridoi di Hogwarts, che cambiano costantemente disposizione e forma). L’abilità strategica sta nel cercare di anticipare le mosse degli avversari per scegliere le carte più adatte a contrastare le loro mosse e a ottimizzare il nostro lento avvicinamento all’agognata uscita. Per questo gioco sono uscite diverse espansioni (il primo piano, il secondo piano, il seminterrato, eccetera) che è possibile integrare nel gioco base creando una super-partita più lunga e tatticamente complessa.

Munchkin Cthulhu
Munchkin CthulhuLa serie di giochi di carte di Munchkin, della Steve Jackson Games, ha avuto un successo planetario del tutto meritato. Non poteva mancare, quindi, l’espansione “lovecraftiana” di questo titolo divertentissimo. Il gioco è del tutto simile al Munchkin base – che è di ambientazione fantasy – con l’aggiunta dei mostri del ciclo cthulhoide, di professioni e oggetti differenti, di espansioni e di tutto ciò che possiamo aspettarci da una simile ambientazione. Possiamo essere o meno dei cultisti e quindi utilizzare le meccaniche di gioco in modo differente, ma lo scopo sarà sempre quello di raggiungere un certo livello di esperienza prima degli altri per vincere la partita. Personalmente, trovo tutta la serie di Munchkin davvero stupenda: si possono fare partite di durata ragionevole con gli amici, le meccaniche di gioco da imparare sono semplici e i disegni e i commenti sulle carte sono esilaranti.

Zombicide
ZombicideAltro titolo dungeon-crawler cooperativo componibile, Zombicide è ambientato durante la classica “apocalisse zombie” alla The Walking Dead. Dovremo scegliere un personaggio e impararne i punti di forza e di debolezza e affrontare scenari (volendo, riuniti in campagne) componendo la plancia di gioco in un preciso ordine, affrontando morti viventi di diverso tipo e livello di potenza e cercando di portare a termine gli obiettivi che costituiscono le condizioni di vittoria per il gruppo. Il gioco ha avuto un successo incredibile e si è affidato a campagne di crowdfunding di grande successo su Kickstarter. Credo che, attualmente, ci siano disponibili sul mercato più di una dozzina di scatole di espansione con caselle di terreno nuove, nuovi scenari, miniature di mostri, personaggi, campagne, eccetera (comprese espansioni medievali come Black Plague e Wulfsburg). Per gli amanti del modellismo, questi giochi offrono anche la possibilità di cimentarsi con la colorazione delle miniature (c’è persino una linea di colori e di pennelli apposta per le pedine di questo gioco). Bello, molto vario, divertente e non eccessivamente complesso o lungo.

Buon divertimento!

Pubblicato in Blog | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

-2

La traccia più horror dei Silver Key! Buon ascolto e buona visione!

Pubblicato in Blog, Musica | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

-3 Bis

Un altro paio di ebook gratuiti per Halloween da segnalare.

Racconti OscuriRacconti Oscuri – Aaron Scott
L’amico Aaron Scott (misteriosissimo pseudonimo di una vecchia conoscenza) ha messo a disposizione per Halloween, in offerta gratuita, la sua raccolta di sette racconti da super-brivido, già citata su questo blog in quanto molto meritevole della vostra attenzione e del vostro tempo. Potrete trovare il libro a questo link e potete comprarlo pagando se decidete di leggerlo subito oppure aspettando la Notte delle Streghe per arrubarvelo aggratise.

Cthulhu Chi Era CostuiCthulhu, chi era costui? – Il Vostro Amichevole Abietto di Quartiere
Inoltre, ho deciso anche io di mettere in promozione gratuita il mio piccolo saggio sulla letteratura lovecraftiana di cui già abbiamo ampiamente parlato in queste pagine. Ad Halloween e fino alla mezzanotte del primo novembre potrete scaricare l’ebook gratis da questo link, oppure accattarvelo subito pagando il costo di un caffè, se proprio volete fare gli spendaccioni.

Buona lettura e a risentirci al -2…

Pubblicato in Blog, Libri | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

-3

Scusate il ritardo… Tecnicamente saremmo già a -2 ma si sa che questa sciocchezza che il giorno cominci a mezzanotte è, per l’appunto, una sciocchezza. Il giorno comincia quando ci svegliamo, quindi visti i miei ritmi, in genere verso ora di pranzo o nel primo pomeriggio.

Tornando a noi. Volete qualche simpatica e originale idea per le vostre lanterne di zucca intagliata, quest’anno? Date un po’ un’occhiata ai video qua sotto!

Pubblicato in Blog | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

-4

Dietro suggerimento di un’accanita lettrice e fan dell’orrore come il sottoscritto, dopo aver trattato di cinema e letteratura horror oggi ci occupiamo di musica adatta alla festa dei mostri e dei fantasmi! Per Halloween creare la giusta atmosfera non è solo una questione di addobbi e scheletri, lucine e zucche intagliate, ma anche della giusta colonna sonora di sottofondo! Ecco quindi alcuni filmati di YouTube che potete mettere a ripetizione durante i festeggiamenti più terrificanti dell’anno…

Tubular Bells – Mike Oldfield (Colonna sonora de “L’Esorcista”)

Colonna sonora de “La Cosa” – John Carpenter

Colonna sonora di “Fuga da New York” – John Carpenter

Colonna sonora di “Halloween” – John Carpenter

Colonna sonora di “Nightmare” – Charles Bernstein

Colonna sonora di “Profondo Rosso” – Goblin

“Lullaby” da “Profondo Rosso” – Goblin

Colonna sonora di “Inferno” – Keith Emerson

Colonna sonora di “Zombi” – Goblin

Sempre da “Zombi” – Goblin

Pubblicato in Blog, Musica | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento